Perché siamo tutti a dieta?  
Il Dimagrire, in una società opulenta in cui il superfluo è alla portata di tutti, rappresenta l’imperativo assoluto a cui nessuno ormai sfugge. Siamo tutti a dieta perenne, l’obesità è diventata e diventerà sempre più patologia sociale. Su tali basi come andrebbe affrontato il problema in modo serio? Non certo tirando fuori dal cappello l’ennesima dieta con la speranza del colpo miracoloso, ma sottoponendo tutto il sistema ad attenta verifica critica, senza timore di confrontarsi con “verità” mai dimostrate.
E’ a tutti nota quanto diversa possa essere la risposta metabolica individuale al cibo. Alcuni mangiano senza alcun problema, mentre altri “ingrassano” solo se guardano il cibo. Tale variabilità può essere esemplificata in due sistemi metabolici diversi: metabolismo catabolico e metabolismo anabolico.
Il metabolismo anabolico ottimizza la funzione plastica finalizzando il metabolismo alla produzione ed al rinnovo della massa magra, bruciando grasso.
Il metabolismo catabolico distrugge la massa magra sostituendola con massa grassa. La dieta deve mirare ad equilibrare il sistema anabolico-catabolico.
Dimagrire non è un evento catabolico o distruttivo. Non basta distruggere il grasso per essere magri, anzi più tentiamo di distruggere il grasso più  è probabile che finiamo con il distruggere il magro. Tutte le verifiche scientifiche corrette hanno evidenziato che una dieta ipocalorica distrugge la massa magra (massa nobile o di lusso) e salvaguarda o addirittura incrementa la massa grassa (massa di sopravvivenza).
Mentre per dimagrire (incrementare la massa magra e bruciare massa grassa è necessario utilizzare un sistema completamente diverso, perché dimagrire non è un evento catabolico ma al contrario anabolico. Se per dimagrire utilizziamo una dieta ipocalorica tradizionale, indurremo sempre più il nostro organismo ad entrare e rafforzare un sistema metabolico catabolico con riduzione della massa magra ed aumento della massa grassa.

Perché con una dieta ipocalorica si perde massa magra? La risposta è ovvia. Riducendo le potenzialità energetiche l’organismo si difende riducendo le proprie capacità di dispendio energetico (massa magra) ed aumentando le capacità di riserva. Meno mangiamo più ingrassiamo e di conseguenza più seguiamo un regime dietetico restrittivo più aumentiamo la tendenza ad accumulare grasso.

ABC Med © Dr. Renato Cappelletti | Web Strategy by International Medical Marketing Academy