Cosa manca nelle diete?

Anche qui la risposta è già stata formulata. Una dieta basata unicamente sulla riduzione del peso è una dieta destinata a fallire.
A cosa deve mirare una dieta?  La risposta corretta dovrebbe essere: a ripristinare o meglio a realizzare un corretto equilibrio tra fase catabolica e fase anabolica
Quindi obiettivo di una corretta dieta è la formulazione di un progetto specifico, di un percorso mirante al raggiungimento di una corretta stabilizzazione anabolica catabolica.

Esemplificando al massimo un soggetto con eccesso di grasso è un soggetto catabolico, un soggetto con massa magra ben sviluppata è un soggetto anabolico, ma anche un soggetto anziano è sicuramente più catabolico di un soggetto giovane, o un soggetto di sesso maschile è più anabolico di un soggetto femminile. 
Ancora un soggetto diabetico è sicuramente più catabolico di un soggetto sano e così via. Una corretta dieta dovrebbe mirare a correggere o compensare squilibri ponderali, ma anche o forse soprattutto squilibri metabolici, veri responsabili del nostro decadimento psico fisico. Quindi la dieta ottimale corrisponde a quel regime alimentare in grado di riequilibrare il nostro organismo garantendo benessere e vera forma fisica.

Questo progetto di cambiamento metabolico è purtroppo totalmente assente nel genoma di gran parte delle diete. Il miglior risultato di una dieta tradizionale è indurre una riduzione di peso che sarà sempre solo momentanea. Manca totalmente il concetto di costruire un nuovo sistema metabolico, l’unica soluzione possibile per realizzare un dimagrimento vero.

Continua a leggere: perché tanti principi contrastanti nelle varie diete?

ABC Med © Dr. Renato Cappelletti | DISEÑO WEB - D.E.P. PRODUCCIONES DE TELEVISIÓN Y WEB